Animali e piante

Stop al confine svizzero per determinati animali e piante!

Alcuni animali e piante non possono essere introdotti in Svizzera o possono essere introdotti solo con un’autorizzazione. Ciò vale, ad esempio, per tutti gli animali e le piante minacciati di estinzione.

Inoltre, la maggior parte delle piante provenienti da Paesi terzi (al di fuori dell’UE e dell’AELS) sono vietate. Le uniche eccezioni sono ananas, noce di cocco, durian, banane e datteri. Le misure sono volte a proteggere la popolazione, l’ambiente e l’economia svizzera e a impedire la diffusione di malattie e parassiti.

Nell’autunno del 2021 presso l’aeroporto di Ginevra vi è stato un caso straordinario. Durante il controllo di un viaggiatore proveniente dal Camerun i collaboratori dell’UDSC hanno sequestrato 14,2 kg di carne di pangolino, per la quale deve essere rilasciata un’autorizzazione CITES, nonché 1,7 kg di carne di altri animali selvatici (il cosiddetto «bushmeat») e 3 kg di frutta esotica, la cui importazione è vietata.

Schildkröte2_web
La specie tartaruga moresca è minacciata di estinzione nel suo Paese d’origine.
Scoperte (invii segnalati all’USAV*)
  2019 2020 2021

Conservazione delle specie (animali e piante)

879 779 699

Protezione degli animali

587 654 2 560
*Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria.

L’UDSC ha inoltre constatato 4 451 invii di piante, frutta, verdura, fiori e rami recisi e sementi vietati provenienti da Paesi terzi.

https://www.bazg.admin.ch/content/bazg/it/home/l-udsc/figures/tiere-und-pflanzen.html