Tassa d'incentivazione sui composti organici volatili (COV)

I composti organici volatili (COV) sono utilizzati come solventi in molti settori e sono contenuti in diversi prodotti, come nelle pitture, nelle vernici e in alcuni detergenti. Emesse nell'aria, queste sostanze contribuiscono, insieme all'ossido d'azoto, alla formazione di elevate concentrazioni di ozono troposferico (smog estivo). La tassa sui COV viene riscossa dal 1° gennaio 2000 e, in quanto strumento economico per la protezione dell'ambiente, fornisce un incentivo finanziario per la riduzione delle emissioni di COV.

Riscossione della tassa

La riscossione della tassa è definita nell'ordinanza relativa alla tassa d'incentivazione sui composti organici volatili (OCOV). Tra le numerose sostanze organiche considerate come COV, parecchie non sono tuttavia sottoposte alla tassa. Nell'elenco delle sostanze (Allegato 1 OCOV) sono indicati i COV soggetti alla tassa, mentre nell'elenco dei prodotti (Allegato 2 OCOV) figurano le miscele o gli oggetti importati contenenti COV. La tassa viene riscossa o al momento dell'importazione in Svizzera, o al momento della produzione in Svizzera.

Ordinanza con adattamenti temporanei dell’OCOV in seguito al COVID-19

L’esenzione temporanea dalla tassa d’incentivazione dei disinfettanti per le superfici è scaduta a fine 2021

L’esenzione temporanea dalla tassa d’incentivazione dei prodotti delle voci di tariffa 3808.9410 e 3808.9480 (in particolare i disinfettanti per le superfici) è scaduta a fine 2021. Dal 1°gennaio 2022 i COV contenuti in questi prodotti sono di nuovo soggetti alla tassa d’incentivazione. L’esenzione rimane in vigore per i disinfettanti a uso interno o esterno impiegati nella medica umana o veterinaria per scopi terapeutici o profilattici su tessuti viventi delle voci di tariffa 3003.9000 e 3004.9000 (in particolare i disinfettanti per le mani).

Per l’assoggettamento alla tassa è determinante la voce di tariffa attribuita al disinfettante. Questa dipende in particolare dall’omologazione e dalla pubblicità del prodotto. I disinfettanti omologati per un utilizzo misto e pubblicizzati di conseguenza rientrano nelle voci di tariffa 3808.9410 o 3808.9480. In caso di pubblicità del tipo «Disinfettante, può essere utilizzato anche per disinfettare piccole superfici» sarebbe opportuno adeguare l’omologazione e la pubblicità affinché il prodotto rientri nelle voci di tariffa 3003.9000 o 3004.9000 e sia esentato dalla tassa. Altre indicazioni e spiegazioni sull’omologazione dei disinfettanti sono disponibili presso l’Organo comune di notifica per prodotti chimici. 

Procedura di restituzione

Per i disinfettanti delle voci di tariffa 3808.9410 e 3808.9480 prodotti fino al 31 dicembre 2021, i fabbricanti possono richiedere entro il 31 marzo 2022 presso l'Ufficio federale della dogana e della sicurezza dei confini, sezione COV, imposta sugli autoveicoli, restituzioni la restituzione della tassa d’incentivazione, se per la produzione hanno impiegato COV gravati dalla tassa. A tale scopo, utilizzano il modulo «Domanda di restituzione per disinfettanti prodotti in Svizzera». Per la quantità di COV oggetto della domanda di restituzione deve essere provato il pagamento della tassa d’incentivazione, inoltrando una copia della decisione d’imposizione della dogana o una copia della relativa fattura, se l’acquisto è avvenuto in Svizzera. Le copie dei giustificativi devono essere allegate alla domanda. Scaduto il termine decade il diritto alla restituzione. Secondo l’articolo 19 capoverso 1 OCOV, il diritto alla restituzione decade anche se la relativa domanda non viene presentata entro sei mesi dalla fine dell’anno d’esercizio. Se l’importo richiesto è inferiore a 300 franchi, non sarà pagato.

Queste scadenze non interessano i disinfettanti che rientrano nelle voci di tariffa 3003.9000 e 3004.9000.

Importante: i fabbricanti che dispongono di un’autorizzazione per l’acquisto di COV temporaneamente esentati dalla tassa (procedura d’impegno volontario), richiedono l’esenzione dalla tassa per i disinfettanti delle voci di tariffa 3808.9410 e 3808.9480 prodotti fino al 31 dicembre 2021 nel quadro del loro bilancio ordinario dei COV.

Contatto

Ufficio federale della dogana e della sicurezza dei confini UDSC Basi
COV, imposta sugli autoveicoli, restituzioni

Taubenstrasse 16
3003 Bern
Tel.
+41 58 462 65 84

var@bazg.admin.ch

Stampare contatto

https://www.bazg.admin.ch/content/bazg/it/home/informazioni-per-ditte/imposte-e-tributi/importazione-in-svizzera/tassa-d-incentivazione-sui-composti-organici-volatili--cov-.html